venerdì 23 settembre 2016

REGALO PER UNA AMICA


Un piccolo pensiero per il compleanno di una cara amica, questa volta niente sfilati ma qualcosa di diverso: iniziali a punto scritto e decori geometrici, tutto sui toni neutri.

Buon compleanno Dani.





Anna Maria 

mercoledì 21 settembre 2016

ALTRO STROFINACCIO CON SFILATURA

Eccomi a mostrarvi un altro strofinaccio con la banda ricamata con delle sfilature, giusto per tenere le mani allenate.

due tenerissime mucche, colori bianco e nero, sfilatura rigorosamente bianca



 


in foto vi vedono poco, ma in alto e in basso ci sono dei triangoli a rifinire la banda, si vedono meglio dal vivo, in foto si perdono per il tono su tono. ahimè'.
sotto la sfilatura centrale, sopra e sotto, ho ricamato a punto quadro, per una maggiore definizione dei singoli quadretti.

Vi assicuro che, anche dopo numerosi lavaggi, anche a 60°, la banda ricamata rimarrà bella, non scolorirà, non tirerà, come spesso succede a quelli ricamati a punto croce con molti colori. Forse richiede un po' più di fatica, ma ne vale la pena.
Non sono strofinacci da tenere chiusi in un cassetto ma da esibire a un pranzo domenicale in casa, una ricorrenza, una cenetta a due...

Spero di avervi dato qualche spunto e invogliato a provare anche voi, nel caso siate colte da pigrizia acuta potrete sempre trovarli già fatti venendo a Verona!
Grazie per la vostra visita, a presto.

Anna Maria 

lunedì 19 settembre 2016

Se non cambiasse mai nulla non ci sarebbero le farfalle.

If he never changed anything they would be not butterflies.

Anonimo



sabato 17 settembre 2016

CUSCINO RICAMATO

Forse qualcuna di voi ricorda il mio post di questa estate, quando andando per mercatini ho trovato questo ricamo mercatino e, dopo vari lavaggi ho deciso di ricavarci un piccolo cuscino, con imbottitura di piume d'oca, una piccola chiccha da tenere in bellavista su una poltrona, o su un letto, ovviamente lo porterò a Villa Buri a Verona!




Manca poco piu' di una settimana. Vi aspetto numerose!

Anna Maria 

giovedì 15 settembre 2016

TRASFERIRE IMMAGINI DA FOTOCOPIE

Oggi una "variante fuori tema", si, perché ogni tanto mi piace prendermi una pausa dal ricamo/cucito e sperimentare qualcosa di diverso, questo è uno di quei casi. Da anni avevo in casa delle scatole da vino di vario tipo, dopo averle scartavetrate per bene le ho passate tutte con del mordente per legno, un restauratore mi ha dato un consiglio, che vi rigiro: nel diluire la polvere della tonalità che avete scelto, aggiungere un cucchiaio di ammoniaca, serve al colore a "legare" di più al legno.




a questo punto, dopo averle fatte asciugare per un paio di giorni, ho iniziato a pensare a come poterle decorare, ho scelto due metodi: uno nuovissimo, quello del trasferimento di immagini DA FOTOCOPIA LASER e l'altro il conosciutissimo, sfruttatissimo decupage. Parliamo del primo, scoperto da poco tempo, si usano delle normali fotocopie sia in bianco e nero, sia colori, da una stampante laser, usando un gel (chiamasi mod podge) per trasferire le immagini (in genere con un costo non indifferente). Se dovete fare un paio di trasferimenti va benissimo comprare il gel, ma se dovete farne di più conviene farsi il gel in casa, in internet ho trovato varie formule, sia in inglese sia in italiano, quella che ho usato è questa formula mod podge (è un video dove spiega le proporzioni della miscela da fare e vi fa vedere come effettuare il trasferimento) spiegata benissimo da "Cinzia Grandi Creazioni". 

Con questo metodo avrete un risultato vintage, le immagini trasferite assumeranno una patina di usato, di vintage, appunto.
Mi sono procurata il flatting all'acqua, quello consigliato nel video e della normale colla vinilica reperibile in qualsiasi ferramenta o , meglio, al Bricoman a un ottimo prezzo.
e poi, seguendo le indicazioni del video ho iniziato a trasferire le immagini che avevo scelto, quella che vedete sotto è la fase di spellicolatura, un po' laboriosa. Consiglio di iniziare a spellicolare con una vecchia spugna, aspettare che asciughi un paio d'ore e continuare con le dita (si ha un controllo maggiore di quanta carta state asportando).
questi i risultati finali
se guardate ci sono delle imprecisioni, sono volute, danno un'aria vissuta e usata al risultato finale






questo invece è decupage









ancora trasferimento di immagini da fotocopia 




e questo invece decupage
ancora trasferimento di immagini da fotocopia










vi chiederete cosa farne di tutte queste scatole, io ci tengo i filati, gli schemi, i lini suddivisi per colore e trama, i bottoni e le spolette... insomma, tutto quello che ruota intorno al nostro mondo creativo al femminile. Alcune di queste mi seguiranno a Verona, le utilizzerò per esporre i miei manufatti.

Spero di avervi incuriosito, prossimamente vi faro' vedere la stessa tecnica applicata alla stoffa, ma sara' una sorpresa!

Buona giornata a tutte e grazie per le vostre visite e commenti, sempre graditissimi.

Anna Maria 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...